Archivio

Archive for the ‘Cose "ridicole"’ Category

E ADESSO…. COSA CI FACCIAMO CON TUTTA QUESTA CO2???

30 maggio 2010 25 commenti

Ormai siamo invasi dalla CO2 che esce da tutte le parti per inquinare irremediabilmente l´aria che respiriamo. Abbiamo CO2 che travasa dalle centrali elettriche a carbone, gas e petrolio, Tutte le industrie mondiali emettono incredibili quantitá di CO2, le nostre auto, aerei navi ne producono masse enormi, adesso ci sono messe anche le mucche e i lombrichi e addirittura anche i batteri ad emettere questo gas puzzolente e velenosissimo gas color rosso fuoco come mostrano le immagini del pianeta che il NOAA ci somministra a piú non posso, che cerca di ucciderci immediatamente e che se non ci riesce subito, vuole massacrarci facendo (FORSE, MOLTO FORSE) aumentare le temperature globali di qualche decimo di grado per secolo!
Ma la tecnologia e la fantasia umana ha enormi risorse per salvaguardare la nostra esistenza. E allora vediamo cosa la tecnologia e gli ultimissimi studi stanno approntando per la nostra salvezza!
L´idea primordiale é quella di catturare e immagazzinare tutto questo subdolo gas prima che sia lanciato e sparso nell´atmosfera. Questa nuova branca scientifica benemerita dell´umanitá si chiama CCS (Carbon Capture and Storage) (Dessus, 1993; Schiermeier, 2006).
Naturalemnte l´impresa e di quelle titaniche degne di Rambo, Indiana Jones, Ercole e Ulisse tutti contemporaneamente nella stessa persona!
Per esempio la potenza termica di una centrale a carbone di 1.000 MW produce 2,5 milioni di tonnellate di CO 2. Uno dei metodi che sono in fase di sperimento è la cattura di questa CO 2 e rimetterla dentro i pozzi di petrolio e gas o miniere di carbone. Ciò richiede il collegamento tra gli impianti e industrie utilizzatrici di petrolio, gas e carbone con i pozzi in cui avviene l´estrazione dei medesimi. Questo collegamento può essere fatto con gasdotti o con navi cisterna di gas. Un grande gasdotto di CO 2 è in via di costruzione tra un impianto industriale di SynFuel (carburante sintetico ricavato dal carbone), situato nel North Dakota e un pozzo di petrolio in Canada, dove si reinietta la CO2 per facilitare l’estrazione di più petrolio.


Fig. iniezione di CO 2 della metropolitana per il recupero dell’olio semiesausti.

Fonte: http://www.basinelectric.com/

Nel settore dei trasporti il compito è ancora più difficile: raccogliere la CO 2 emessa diffusamente dalla combustione delle auto a benzina (circa 2,4 kg di CO 2 per ogni litro di benzina, o circa 150 grammi di CO 2 per ogni chilometro di marcia) è praticamente impossibile, ma l´immaginazione dei nostri eroi premi Nobel é fantastica! Proibiamo i trasporti!!

Un’altro potenziale luogo di stoccaggio della CO2 potrebbe essere il fondo marino. Il malefico gas sarebbe liquefatto per compressione e cosí lo possiamo buttare negli oceani profondi preferibilmente davanti le coste africane. Esperimenti di questo tipo sono già state effettuati nella baia di Monterey, in California. Ma una cosa é il luogo degli esperimenti e ben altra cosa é il luogo poi definitivo!!
Comunque ci sono ancora molte incertezze circa gli effetti biologici e lo squilibrio ambientale che potrebbero portare tutte queste tecniche di sequestro di massa di CO2 nel mare (Chisholm, 2001; Seibel, 2001).

Ci sono ancora altri progetti piú teorici, e costosi, (ma chi se ne frega dei soldi in confronto alla nostra salvezza) per neutralizzare le emissioni di CO2 per formare carbonati stabili e insolubili o bicarbonati solubili, neutralizzando l’acido carbonico con gli ioni di magnesio, calcio, sodio e di potassio (Lackner, 2003).

Certo tutte queste mirabolanti strategie contro questo gas terroristico peggio di Bin Laden é giusto che siano svolte da gente capace. Penso che per questo arduo compito non ci sia nessuno meglio indicato di qualche premio Nobel… e tanto per non fare nomi penso ad Al Gore, Pachauri, Bill Gates Rockfeller e a tutte le loro aziende “verdi” o ad altri mecenati storici.
Poi se per caso resta impigliata tra le loro dita qualche centinaio di milioni di dollari… cosa volete che sia? Sono le regole del capitalismo: Creiamo un “bisogno” con la pubblicitá e poi gli vendiamo il prodotto anche se completamente inutile!

SAND-RIO

Un importante scienziato climatologo ci avverte che stiamo andando verso una nuova era glaciale!

7 maggio 2010 41 commenti

“Una nuova era glaciale é in arrivo nell´emisfero Nord del pianeta, e il resto del secolo sará sempre piú freddo”, questo lo ha detto un grande specialista inglese del clima.

Il Prof. Hubert Lamb, direttore della ricerca climatica nella Universitá East Anglia (proprio quella del climagate!) ha avuto pochi pensieri confortanti in una intervista rilasciata domenica:
“L´impatto completo della nuova era glaciale resterá sopra noi per altri 10.000 anni, ma per fortuna non sará grave come fu la Grande era Glaciale”.

“Il punto piú alto del periodo interglaciale, che é successo tra i 7.000 e i 3.000 anni scorsi, giá é finito. Da allora, abbiamo visto le temperature fluttuare verso il basso. Ci possono essere alcune variazioni verso l´alto durante questo periodo, ma queste saranno piú che compensate per la tendenza generale di caduta”
“Siamo definitivamente lungo una via che vede il ribassamento delle temperature per i prossimi 2 secoli. I prossimi 20 anni di questo secolo saranno progressivamente piú freddi, poi il clima potrá riscaldarsi di nuovo, ma appena per un breve periodo di alcune decadi”.

Il Prof. Lamb ha detto anche che i cambiamenti climatici vengono in cicli determinati per fattori astronomici e fisici. Lui ha anche aggiunto che una delle principali cause é la quantitá di radiazione che riceviamo dal Sole.
“Sappiamo che i cambiamenti nel comportamento del Sole succedono ad intervalli e che queste alterazioni hanno i suoi effetti. La distanza tra la Terra e il Sole cambia durante il tempo in proporzione che aumenta o diminuisce la traiettoria ellittica della orbita terrestre. L´inclinazione della Terra, che gira attorno al suo asse, fa che la calotta di ghiaccio polare cresca, e questo incide sulle masse di aria attorno”.
L´ultima Grande Era Glaciale é successa circa 60.000 anni fa e fu la sesta in un periodo di un milione di anni. I grandi mantelli di ghiaccio coprirono le Isole britanniche e l´America del Nord era coperta di ghiaccio fino a dove adesso ci sono le cittá di New York, Cincinnati, S. Louis e Kansas City. La coltre di ghiaccio aveva uno spessore di piú di 1.500 mt. di spessore.
Il Prof. Lamb ha continuato dicendo: ” Io non penso che stavolta sará cosí grave, ma ci saranno per esempio una serie di ghiacciai che oggi non esistono nei territori piú alti”

Il Prof. Hubert Horace Lamb é quello che ha fondato la famosa Climatic Research Unit (la CRU) presso la Scuola di ricerche ambientali presso l´Universitá di East Anglia. È stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti da tutto il mondo scientifico che studia geografia, cambiamenti climatici e meteo.

SAND-RIO

P.S. Dimenticavo una cosa forse importante… il testo sopra é una libera traduzione del seguente articolo pubblicato nel Daily Times e in altri importanti giornali …. l´11 settembre 1972 a partire da una intervista che il Prof. Hubert Lamb ha rilasciato ad un giornalista della Associated Press a Norwich in Inghilterra.
Il Prof Lamb é morto nel 1997 e non ha potuto vedere come sono state trasformate le sue profezie, ma “per fortuna” sono sempre rimaste catastrofiche anche se di segno opposto.

Cosa dire? L´unica cosa che mi viene in mente é che l´ecoterrorismo di certi personaggi, Enti, Associazioni, pseudoscienziati, giornali e giornalisti asserviti, siti meteo catastrofistici, politici e intrallazzatori NON HA MAI FINE.

L’eruzione in Islanda può essere stata causata dal GW!

19 aprile 2010 81 commenti

Il nome del vulcano islandese che ha riempito le cronache dei giornali, televisioni e commenti su vari blog, ha un nome assolutamente impronunciabile, Eyjafjallajokull, ma d´ora in poi lo chiameró con altri nomi, tanto capirete lo stesso.
Anche in questo caso la globalizzazione ha permesso a tutti di vedere cosa stava succedendo in tempo reale, ma il tempo reale ha peró avuto un piccolo neo. Non ho ancora ascoltato fino ad oggi nessun guru dell´AGW dare la colpa delle eruzioni al riscaldamento globale causato dall´uomo e quindi alla CO2.
Ma siccome la madre degli stupidi é sempre gravida mi aspetto da un momento all´altro qualche idiozia in merito.
E tanto per dare l´idea a qualche lettore che ancora crede alle stupidaggini dell´AGW ne suggerisco almeno 3 che mi sono venute in mente.
1) L’aumento costante e crescente dei mari e degli oceani dovuto allo scioglimento dei ghiacciai mondiali della calotta polare artica, antartica e marziana ha fatto infiltrare acqua salina all’interno delle faglie idriche profonde dell’Islanda. L’acqua scendendo negli strati più profondi è venuta a contatto con il magma fuso del vulcano sottostante il ghiacciaio con quel nome e ha scatenato l’eruzione.

2) Il ghiacciaio col nome impossibile si sta sciogliendo come tutti i ghiacciai in giro per il mondo a causa dell´aumento delle temperature globali causate dall´aumento della CO2 presente nell´aria e il contatto dell’acqua con il magma sottostante ha dato il via all’eruzione.

3) Questo è solo il primo evento. Eminenti studiosi e scienziati del Met Office, della Nasa della Columbia University , del CRU e della croce rossa, prevedono che vi sarà una reazione a catena e un po’ alla volta tutti i vulcani della Terra torneranno in attività, magari anche quelli spenti da milioni di anni, e soprattutto le grandi caldere come Yellowstone esploderanno entro il 2100 a causa dell´aumento della temperatura globale di oltre 2° C.

Poi ci sono le ipotesi catastrofistiche della New Age.
1) Questa eruzione e i terremoti presenti e futuri erano giá stati ampiamente descritti dai Maya nel codice di Dresda. Dicembre 2012 si sta avvicinando e con lui la distruzione della Terra.
2) Sono i segnali indiscutibili dell´avvicinarsi di pianeti sconosciuti che orbitano oltre il sistema solare., e che si avvicinano a noi ogni 28329 anni e 4 mesi.
3) Sono gli abitanti di pianeti sconosciuti che entrano nella nostra dimensione e per mostrare la loro potenza fanno succedere terremoti a catena, tsunami, cicloni, solchi nel grano, eruzioni vulcaniche e anche eruzioni cutanee tipo foruncoli.

Potrei anche continuare ma mi fermo qui perché sono sicuro che tra poco, se giá non é avvenuto, sentirete queste storie.

Io spero solo che le ceneri servano ad abbassare le presunte temperature globali di qualche decimo di grado, ma non ci credo molto, convinto come sono che il 2010 deve essere per forza il piú caldo della storia dell´umanitá. Un poco come quanto dichiarato dal GISS secondo cui il mese di marzo in Finlandia é stato con temperature quasi estive con una temperatura a Sodankylä che ha raggiunto una media di + 1,5°C.

Peccato peró che i servizi meteo finlandesi non sono della stessa opinione dei nostri fantastici riscaldatori globali.
E il meteorologi finlandesi, termometro in mano, dicono che la temperatura media di Sodankylä in questo mese di marzo é stata di -10,3 ºC, tre gradi inferiore del valore medio del 1971 -2000 (-7,5 ºC).
Il valore medio dato dal GISS é solamente di quasi 12° c. superiore!!
Sará anche questo solamente un piccolo errore come quello dei ghiacciai himalaiani. Certo é che tutta quella zona rovente é molto sospetta!

Ecco anche perché mi attendo a breve qualche idiozia da parte di questo bando di incompetenti riguardo alle eruzioni vulcaniche islandesi.

SAND-RIO

GLI EFFETTI, SPESSO DEVASTANTI, DI UN AUMENTO DELLA TEMPERATURA GLOBALE DI 0,006°C ALL`ANNO

28 marzo 2010 26 commenti

Gli studi degli scienziati sul clima e sul riscaldamento globale hanno a volte della ripercussioni sulla vita umana che noi neanche immaginiamo. Meno male che l`IPCC c`é…. e che cerca di salvarci da tutte queste cose. E non ridete se i risultati a volte sono completamente contraddittori, sono ricerche serie che per essere svolte hanno avuto bisogno di tanti sacrifici e sopratutto di tanti soldi ricavati dalle tasse che tutti paghiamo, siano benedette le tasse se i risultati sono questi che Vi presento in questa piccola antologia.

Inondazioni: global-warming-causes-floods.html

Siccitá: 020649_drought_global_warming_climate_change.html

Espansione dei ghiacci antartici: fullpage.html?res=9C04E0DC1439F933A15756C0A9639C8B63

Riduzione ghiacci antarici: 2751294.htm

Atlantico più salato: dn12528

Atlantico meno salato: 050629_fresh_water.html

Avanzamento dei deserti: 40231

Riduzione dei deserti: deserts-shrinking-because-of-global.html

E ancora:

Serpenti giganti: 2008-02-20-burmese-pythons_N.htm

Invasione di ragni giganti: giant-spiders-could-be-a-result-of-global-warming

Aumento del cannibalismo: ted-turner-global-wa.html

Invasione di ostriche giganti: invasion-of-the-giant-oysters-793155.html

La Terra può esplodere: article.html

Aumento del terrorismo: index.html

Miliardi di persone senza tetto: 1_billion_homeless_by_2050_says_christian_aid.html

Piú prostitute: climate-change-pushes-poor-women-to-prostitution-dangerous-work

Meno prostitute: global_warming_13.html

Aumento delle nevicate: 031106052121.htm

Diminuzione delle nevicate: snow.htm

La morte del mostro di Lochness: 657090_Loch_Ness_Monster_Killed_By_Global_Warming

Aumento della segnalazione di UFO: British-UFO-sightings-at-bizarre-levels.html

E tantissimo tantissimo ancora. Chi volesse vedere un elenco parziale, perché un elenco completo é impossibile da fare e oltretutto viene aggiornato continuamente dalle ricerche dei nostri instancabili scienziati dell´AGW, ecco i link, buon divertimento:

causedby

warmlist.htm

SANDRIO

Il Noaa è sempre più scandaloso!

2 marzo 2010 14 commenti

Nella giornata di ieri il NOAA mette un SSN di 47 segnalando 4 regioni con macchie, ma in realtà come avevamo già capito fin da ieri, le regioni erano 3 e non 4!

Allora io e Ale ci siamo chiesti quale potrebbe essere stata la quarta regione conteggiata dal Noaa, ed abbiamo formulato 2 ipotesi:

1) Che stessero conteggiando la vecchia plage della 1045 che però non aveva e non ha nemmeno oggi macchie al suo interno

2) Che stessero scambiando un pixel bruciato come una macchia

Ecco qui il riassunto grafico di ieri al Soho Continum:

Ma in realtà con grandissimo stupore oggi ci siamo accorti che nessuna delle 2 ipotesi formulate ieri erano giuste, infatti dal consueto grafico che registra e numera ogni giorno le nuove AR ci siamo accorti che il Noaa ieri è andato ben oltre la gravità delle 2 ipotesi segnalate sopra!

State infatti a guardare qui:

Per vedere ingrandito, cliccare qui:

http://sidc.oma.be/images/combimap800.png (ora hanno cambiato e la 1050 è scomparsa misteriosamente dal grafico, ma io l’immagine l’avevo salvata prima e se vi sforzate a guardare per bene appena sotto al 49 in verde troverete scritto 1050 in rosso)

Come potete vedere, il Noaa riconteggia la vecchia AR 1050 che nel frattempo è già da giorni che ha girato la parte visibile del sole!

Infatti tale AR è apparsa il giorno 22 febbraio ed ha avuto macchie fino al 26 per poi spegnersi tra l’altro!

Nella stessa posizione del grafico di cui sopra, la 1050 si trovava infatti circa il giorno 24  febbraio come potete ben vedere da questo Continum di repertorio:

Quella in basso a destra è la vecchia 1050!

Io non ce la faccio più ad aggungere altro, è chiaro l’intento, marzo deve superare i 31 SSN di febbraio!

Simon

La NASA é come la mamma: ha sempre ragione!

21 febbraio 2010 44 commenti

La NASA merita sicuramente un premio per i loro impressionanti e sensazionali (sbagliati) comunicati stampa sulla attività solare:

12 novembre 2003: – Il massimo solare è passato, ma il sole è stato particolarmente attivo negli ultimi tempi. È forse il ciclo delle macchie solari che non funziona? ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2003/12nov_haywire.htm

18 ottobre 2004: “Qualcosa di strano è successo al sole, la scorsa settimana: tutte le macchie solari sono scomparse. Questo è un segno, dicono gli scienziati, che il minimo solare sta arrivando prima del previsto “.

http://science.nasa.gov/headlines/y2004/18oct_solarminimum.htm

5 maggio 2005: ” Anche se il minimo solare é vicino, il sole continua ad essere sorprendentemente attivo.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2005/05may_solarmyth.htm

15 settembre 2005: ” Il minimo solare é stranamente simile ad un massimo solare”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2005/15sep_solarminexplodes.htm

15 agosto 2006: ” Le macchie solari sono un poco strane e possono preannunciare l’arrivo di uno dei cicli solari più vivaci degli ultimi decenni”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/15aug_backwards.htm

21 dicembre 2006 “, gli scienziati prevedono un Big Solar Cycle – iI prossimo ciclo solare sta per essere un grande ciclo.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/21dec_cycle24.htm

14 dicembre 2007 “È l´inizio di un nuovo ciclo solare? – La comunità della fisica solare è in fermento questa settimana. ” ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2007/14dec_excitement.htm

10 gennaio 2008: “Solar Cycle 24 -un nuovo ciclo solare è appena iniziato.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/10jan_solarcycle24.htm

28 marzo 2008: ” Il ritorno del vecchio ciclo solare – appena tre mesi dopo che i previsori hanno annunciato l’inizio del nuovo ciclo solare 24, il vecchio ciclo solare 23 è tornato”.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/28mar_oldcycle.htm

11 luglio 2008: ” C´è qualcosa di strano nel Sole? (Nulla!) Basta con la stampa! Il Sole si sta comportando normalmente “.

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/11jul_solarcycleupdate.htm

23 settembre 2008:Questo è il più debole stato del vento solare da quando abbiamo iniziato il monitoraggio quasi 50 anni fa.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/23sep_solarwind.htm

30 settembre 2008: “Spotless del Sole : Questo é un anno del Sole piú pulito dell’era spaziale
Il numero delle macchie solari sono al piú basso livello da 50 anni. Stiamo vivendo un profondo minimo del ciclo solare. ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/30sep_blankyear.htm

7 novembre 2008: Il Sole mostra segni di vita – crediamo che il minimo solare è dietro di noi

http://science.nasa.gov/headlines/y2008/07nov_signsoflife.htm

1 aprile 2009: Deep solare minimum – Stiamo vivendo un profondo minimo solare – Questo è il sole più tranquillo che abbiamo visto in quasi un secolo ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/01apr_deepsolarminimum.htm

29 maggio 2009: “Se la nostra previsione è corretta, il ciclo solare 24 avrà un numero di macchie solari di picco di 90, il più basso di qualsiasi ciclo dal 1928, quando il ciclo solare 16 ha avuto un numero di macchie solari di 78,”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/29may_noaaprediction.htm

17 giugno 2009: “Il mistero della macchie solari scomparse, é risolto? Il sole si trova dentro un minimo piú profondo da un secolo e le macchie solari sono stati incomprensibilmente scarse per più di due anni. ”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/17jun_jetstream.htm

3 settembre 2009: ” Sono scomparse le macchie solari? Il sole è nel pozzo più profondo del minimo solare in quasi un secolo.
Intere settimane e mesi a volte passano senza nemmeno una macchia solare anche piccola. La quiete si é trascinata per più di due anni, inducendo alcuni osservatori a domandarsi, stanno scomparendo le macchie solari?

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/03sep_sunspots.htm

29 settembre 2009 “Nel 2009, l’intensità dei raggi cosmici sono aumentati del 19% al di là di qualsiasi cosa che abbiamo visto negli ultimi 50 anni”, dice Richard Mewaldt del Caltech. “L’aumento è notevole, e si potrebbe dire che dobbiamo ripensare quanta schermatura contro le radiazioni gli astronauti dovranno portarsi dietro nelle prossime missioni nello spazio.”

http://science.nasa.gov/headlines/y2009/29sep_cosmicrays.htm

SANDRIO

Gli scienziati hanno le gambe corte?

4 febbraio 2010 40 commenti

Sempre più spesso si sentono dichiarazioni di scienziati ( più spesso però non lo sono neanche ) che attraverso i media ci raccontano di visioni apocalittiche sul nostro pianeta che porterebbero ad un immane distruzione.

Si potrebbe dire che sono pagati per dire questo e che quindi non lo pensano veramente, chi lo sa, fattostà che ogni giorno ci martellano con queste dichiarazioni allo scopo di sensibilizzare la popolazione verso l’ambiente, o almeno questo è l’obbiettivo dichiarato, ma quello intenzionale si sa che è tutt’altro, e se è vero che vengono pagati per dire questo allora l’obbiettivo primario sarà quello di essere pagati di più la prossima volta.

In fondo sembrano tanto stupidi ma sanno bene che al giorno d’oggi essere uno esperto del clima ha in suoi innumerevoli vantaggi.

Proprio su questa falsa riga era uscito qualche tempo fa un articolo su Watt Up Whi That che parlava proprio di questo, ecco qui la traduzione fatta da Sand-rio:

Cosa occorre per essere uno scienziato del clima?

Cari genitori, dovete incoraggiare i vostri figli a diventare “esperti della scienza climatica” Le gratificazioni sono eccellenti: prestigio, viaggi, pubblicità, convegni, quindici minuti di celebrità. E tutto ciò che devono fare è quello di dichiarare notizie catastrofiche piú forti di quelle fatte dallo scienziato precedente.

Qui ci sono delle perle delle dichiarazioni scientificamente corrette e verificate:

10 marzo 2006: E ‘ufficiale; Il minimo solare è arrivato.

Le macchie solari sono quasi scomparse. Brillamenti solari sono inesistenti. Il sole è assolutamente tranquillo. I ricercatori hanno annunciato questa settimana che sta arrivando un ciclo solare tempestoso, il più intenso degli ultimi cinquanta anni. La previsione arriva da un team guidato da Mausumi Dikpati del Centro nazionale per la Atmospheric Research (NCAR).”Il prossimo ciclo di macchie solari sarà dal 30% al 50% più forte di quello precedente”, dicono .Se ció e giusto, gli anni a venire potrebbe produrre una raffica di attività solare, seconda solo alla storica Solar Max del 1958.

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/10mar_stormwarning.htm

21 Dicembre 2006: È evidente la fase di preparazione: il prossimo ciclo solare sta per essere un grande ciclo. Se vediamo le fasi di preparazione del ciclo 24, il picco sará nel 2010 o nel 2011 “si presenta come l´intenzione di essere uno dei cicli più intensi da quando abbiamo le registrazioni iniziate quasi 400 anni fa”, afferma il fisico solare, David Hathaway del Marshall Space Flight Center. Lui e il collega Robert Wilson hanno presentato questa conclusione la scorsa settimana al meeting dell’American Geophysical Union di San Francisco.

http://science.nasa.gov/headlines/y2006/21dec_cycle24.htm

29 febbraio 2008 OSLO (Xinhua): Il Dr. Olav Orheim, direttore del Norwegian International Polar Year Segretariato, ha detto che la calotta polare nella regione artica potrebbe sparire questa estate a causa del riscaldamento globale.

http://news.xinhuanet.com/english/2008-03/01/content_7696460.htm

27 Agosto 2007: Gli oceani aumenteranno il proprio livello da 59 centimetri in questo secolo fino a 25 metri.

Quando Al Gore ha previsto che il cambiamento climatico potrebbe portare ad un aumento di 20 piedi del livello del mare, i critici lo hanno chiamato allarmista. Dopo tutto, il panel internazionale sui cambiamenti climatici, (IPCC) che riceve gli input da scienziati, ha stimato dei picchi di soli 18-59 centimetri nel prossimo secolo. Ma uno studio condotto da James Hansen, direttore del programma di scienza del clima al National Aeronautics and Space Administration’s Goddard Institute for Space Studies di New York e professore alla Columbia University, suggerisce che le attuali stime per quanto riguarda l´innalzamento dei mari potrebbe essere sottovalutato, e che i mari nei prossimi 100 anni a causa dello scioglimento dei ghiacci potrebbero sommergere tutte le città costiere dagli Stati Uniti al Bangladesh

http://www.physics.utoronto.ca/news_repository/will-oceans-surge-59-centimetres-this-century-or-25-metres

12 gennaio 2010 da Rhodri Clark, Western Mail: Avvertimento sui ghiacciai.

Questa prolungata ondata di freddo invernale potrebbe essere un assaggio delle cose future per il Galles – esiste la possibilità di avere dei ghiacciai in Galles entro 40 anni. Questo è il messaggio freddo da un esperto di clima del Galles, che ha avvertito che il riscaldamento globale potrebbe paradossalmente innescare un crollo delle temperature in Europa occidentale.

http://www.walesonline.co.uk/news/wales-news/2010/01/12/glaciers-on-snowdon-warning-by-climate-expert-91466-25576951/

28 Aprile 1975 Newsweek: Il mondo si sta raffreddando

I climatologi sono pessimisti sulla fatto che i leader politici intraprendano qualche azione positiva per compensare il cambiamento climatico, o anche per placare i suoi effetti. Essi ammettono che alcune delle soluzioni proposte più spettacolari, come la fusione la calotta polare artica coprendolo con fuliggine nera o la deviazione dei fiumi artici, potrebbero creare problemi di gran lunga maggiore di quelli che risolvono. Ma gli scienziati non vedono nessun segnale che i capi di governo siano disposti a prendere la semplice misura di stoccaggio di prodotti alimentari o di introdurre l´incertezza delle variabili climatiche nelle previsioni economiche di futuro approvvigionamento alimentare. Più lungo è il ritardo dei pianificatori economici e politici, e più difficilmente si potranno affrontare i cambiamenti climatici, una volta che i risultati diventeranno una cupa realtá.

http://www.denisdutton.com/cooling_world.htm

16 gennaio 2010 (PTI): La prova della vita su Marte entro la fine dell’anno, lo hanno detto gli esperti della NASA. C’è vita su Marte? Alla più intrigante domanda per tutti sulla Terra, avrebbero risposto gli scienziati spaziali americani entro la fine di quest’anno, lo ha affermato un esperto della NASA. Secondo David McKay, capo del NASA Astrobiology al Johnson Space Center di Houston, il fatto che Marte ha generato la vita sarà confermato questo anno e la scoperta storica, non sarà effettuato su Marte, ma qui sulla Terra con i blocchi di meteoriti del pianeta rosso.

http://www.ptinews.com/news/471015_Proof-of-life-on-Mars-by-year-end–says-NASA-expert

4 gennaio 2007: Le previsioni per un anno ancora più caldo.

Il 2007 sarà probabilmente l’anno più caldo mai registrato a livello mondiale, battendo il record precedente fissato nel 1998, dicono gli esperti del cambiamento climatico presso il Met Office.

Http://www.metoffice.gov.uk/corporate/pressoffice/2007/pr20070104.html

Domenica 8 Aprile 2007: Una estate calda sta arrivando, prevede il Met della Gran Bretagna. Nuovi elementi di prova suggeriscono temperature sopra la media per la stagione.

Http://www.guardian.co.uk/environment/2007/apr/08/weather.theobserver

10 dicembre 2009: Il 2010 potrebbe essere l´anno con il caldo record nella storia umana.

http://www.metoffice.gov.uk/corporate/pressoffice/2009/pr20091210b.html

Domenica 10 gennaio 2010 dal The Times:

“Questo sarà l’inverno più caldo a memoria d’uomo, i dati sono già stati registrati. Per vostra informazione, prendiamo le più alte 15 letture tra novembre e marzo per poi produciamo una media..” Il mese di novembre è stato un mese stagionale molto caldo, quindi tutti i dati verranno da quelle letture. ”

http://www.timesonline.co.uk/tol/comment/columnists/dominic_lawson/article6982310.ece

Novembre 2009 GORE: E ‘sicuramente un mercato relativamente nuovo. La gente pensa l’energia geotermica in termini di acqua calda che sgorga in alcuni punti, ma due chilometri o giù di lì giù in piú sotto ci sono queste rocce incredibilmente calde, perche l´’interno della terra è estremamente caldo, diversi milioni di gradi, e la crosta della terra è calda …

http://newsbusters.org/blogs/noel-sheppard/2009/11/18/al-gore-earths-interior-extremely-hot-several-million-degrees

20 Marzo 2000: Secondo il dottor David Viner, uno scienziato senior di ricerca presso l’unità di ricerca climatiche (CRU) della University of East Anglia, nel giro di pochi anni una nevicata invernale sarà un avvenimento “molto raro e un evento entusiasmante “. “I bambini non sapranno piú cosa è la neve”,

Http://www.independent.co.uk/environment/snowfalls-are-now-just-a-thing-of-the-past-724017.html

4 Marzo 1999 WASHINGTON, DC: Il 1998 è stato l’anno più caldo del millennio, dicono i ricercatori climatici nella Relazione di Science Daily – I ricercatori presso le Università del Massachusetts e Arizona che studiano il riscaldamento globale hanno pubblicato un rapporto che fa fortemente sospettare che il 1990 é stato il decennio più caldo del millennio, con il 1998 l’anno più caldo finora. Lo studio, di Michael Mann e Raymond Bradley della University of Massachusetts e Malcolm Hughes della University of Arizona, compare il 15 marzo su Geophysical Research Letters, pubblicati dalla American Geophysical Union.La ricerca è stata sostenuta dal US Department of Energy e la National Science Foundation.

Http://www.sciencedaily.com/releases/1999/03/990304052546.htm

14 dicembre 2008: “Il tempo del ritardo è finito, il tempo per la negazione è finita”, ha detto Obama martedì dopo l’incontro con l’ex Vice President Al Gore, che ha vinto un Nobel per la Pace per il suo lavoro sul riscaldamento globale. “Siamo tutti convinti che gli scienziati ci hanno detto per anni, che questa è una questione di urgenza e di sicurezza nazionale e deve essere trattata in modo serio”.

Http://www.huffingtonpost.com/2008/12 / 14/obamas-global-warming-cha_n_150947.html

24 marzo 2006: Londra ‘sotto l’acqua entro il 2100’, con l’Antartide che si sgretola in mare

http://www.timesonline.co.uk/tol/news/uk/article694819.ece

20 febbraio 1969 NY Times: Uno scienziato dice che l´ Oceano Artico sarà presto un mare aperto

http://wattsupwiththat.com/2008/07/24/nyt-expert-says-arctic-ocean-will-soon-be-an-open-sea/

14 Ottobre 2009: L´Artico diventerá un mare aperto entro 10 anni

http://www.digitaljournal.com/article/280517

Tra tutte queste dichiarazioni qual´e la vostra preferita?

FABIO